Michele Bazzaco e l’industrializzazione: “Pazienza, elasticità e le risposte…subito”

Feb 26, 2024 | Interviste

Di cosa ti occupi in Eurmoda?

In Eurmoda, nello stabilimento di Pederobba, mi occupo dell’industrializzazione: questo significa avere un controllo del ciclo di lavoro in termini di prezzo, tempi e fattibilità, garantendo all’organismo aziendale di gestire al meglio ogni imprevisto e sfruttare ogni possibilità di ottimizzazione. È una responsabilità che richiede grande attenzione e concentrazione, specie considerando le dimensioni del Gruppo e il numero di articoli prodotti ogni giorno.

Qual è il metodo di lavoro?

La verifica viene fatta assieme ai capi reparto, confrontando il preventivo iniziale stimato con i parametri attuali. Inoltre, ci occupiamo di valutare come trasformare un prototipo in un prodotto seriale, mantenendo inalterati i parametri qualitativi e impegnandoci a dare sempre maggiori garanzie e valutazioni puntuali al cliente.

Credi sia strategico lavorare in un gruppo così ampio?

Avendo più sedi e un numero maggiore di persone in squadra il bagaglio di esperienze lavorative che possiamo schierare nelle sfide quotidiane è maggiore. Abbiamo l’opportunità di crescere professionalmente ogni giorno, confrontandoci con un collega diverso con cui – magari – non avevamo mai lavorato prima per un nuovo progetto. Non nego che a volte una struttura così ampia possa sembrare dispersiva, ma una volta organizzata e resa modulare diventa impareggiabile.

Quando sei arrivato in Eurmoda?

Io sono arrivato (credo) più o meno quindici anni fa. Ho passato diversi step e proprio le sfide e le responsabilità sono quelle che mi hanno lanciato in avanti. Ho sempre cercato di arrivare all’obiettivo del ruolo che mi era stato richiesto di ricoprire, anche se magari all’inizio non ne conoscevo nemmeno le caratteristiche. L’azienda ha creduto in me come persona, più che nelle mie competenze. Ho cercato di migliorare ogni giorno. Ho intenzione di continuare a farlo.

POTREBBERO INTERESSARTI ANCHE